Perché una strategia?

Perché una strategia?

Tempo di lettura: 3 minuti


Meglio un palliativo o una cura?
È una delle domande che mi hanno portato fin qui.
A fare quello che faccio.

Perché sbattersi tanto a creare delle strategie di comunicazione cucite addosso ai miei clienti, ognuna unica, come ciascuno di loro del resto?
Perché ho scelto questa strada? 

La scintilla 

È una domanda che mi faccio spesso, e che mi sono fatta anche di recente mentre riflettevo su un piccolo avvenimento che mi ha lasciata perplessa.
È successo che mi sono rivolta a uno specialista per un problema di salute che mi segue da un po’ troppo tempo.
Non mi aspetto mai soluzioni definitive e veloci, ma mi piacerebbe, anche se da profana, capire cosa mi succede e soprattutto perché.
Sono stata liquidata con una ricetta e una risposta che non ha aggiunto nulla a quello che avevo già potuto constatare e vivere io stessa.
Ho ricevuto un palliativo, non una cura. E nemmeno una spiegazione della causa, che è un pallino che ho dacché ho coscienza.
In sostanza, non ho avuto nessuna informazione utile sulla mia condizione. 
Pazienza, la cercherò altrove. 

Questo aneddoto per dire che

eliminare i sintomi non equivale a trovare una cura.


Chiedo perdono se questo paragone può sembrare un po’ forte. 
Parlare per iperboli mi aiuta a spiegare meglio il mio pensiero. 

La storia

Quando lavoravo come web writer presso Core41, mi capitava spesso di rivedere dei testi creati dai clienti e inseriti in strutture preesistenti.
Dovevo correggere o rivisitare contenuti inseriti in un contesto predefinito, come ad esempio rivedere articoli di blog e contenuti di un sito scritti dai clienti. 
Mi è stato anche richiesto di pubblicare su piattaforme social post pensati e scritti da clienti che però non seguivano alcuna cadenza né tantomeno una qualche strategia.

Dopo un po’ di tempo che mi dedicavo a queste attività, ho cominciato ad avere una sensazione cui non sapevo dare un nome: era come se quello che facevo fosse in qualche modo sbilenco, manchevole.
Ne parlai con Mattia, titolare di Core41 e mio marito, e dal nostro confronto venne fuori la mia vocazione, anche se solo in forma embrionale.

Non mi bastava aggiustare contenuti, volevo impostare la comunicazione. 

La scelta

Non sto dicendo che rivedere testi e contenuti sia inutile o noioso, adoro farlo! 
Quello che desidero passi da questo mio racconto è che se dietro alle pubblicazioni non c’è una strategia di comunicazione studiata a tavolino, il rischio di perdere tempo e investire inutilmente le proprie risorse è alto.
È probabile che si sprechino risorse in attività che non danno risultati, perché gli obiettivi non sono stati chiariti all’inizio.
È un po’ come navigare a vista o procedere a tentoni nel buio.
Da qualche parte arriveremo, ma sarà il luogo che volevamo raggiungere?
È anche possibile che durante il tragitto ci perdiamo o rimaniamo feriti.

La vicenda sanitaria che ti ho narrato poco fa mi ha fatto ripensare ai motivi che mi hanno spinta a intraprendere la strada della consulenza strategica: senza dubbio il mio innato bisogno di capire, di scavare per arrivare alla sorgente delle cose. 
E il mio desiderio di mettere a disposizione le mie conoscenze e la mia esperienza per aiutare le persone a entrare nel web con una rete di salvataggio e una bussola che le guidi verso la loro meta.

I vantaggi

La complessità insita in ogni strategia non deve spaventarti, sono qui apposta per aiutarti.
Come ho già scritto altrove, sarò sempre al tuo fianco nel nostro percorso insieme.

Formazione

Nel caso tu decida di inserirla nel piano, ti fornirò formazione perché tu possa gestire autonomamente i canali scelti per la comunicazione: 

  • CMS1 sito
  • editor di testo
  • canali social
  • piano editoriale
  • calendario editoriale
  • revisione contenuti


Modularità

Se ciò che ti spaventa è il costo di tutto questo, non ti preoccupare perché le strategie che creo sono pensate per essere modulari. 
Non dobbiamo fare tutto e tantomeno subito. 

Un passo alla volta



strategia_modulare


Questo è il mio mantra. 
A seconda del budget a disposizione, ti farò una proposta congruente con le tue possibilità e con le priorità individuate.
Nel caso non trovi nulla che possa fare al caso tuo, non ti ruberò tempo né denaro cercando possibilità dove non ci sono; semplicemente, non prenderò in carico la tua richiesta e farò il possibile per indirizzarti verso soluzioni più adatte a te.

La strategia è un investimento a lungo termine.


1 CMS: content management system (sistema di gestione dei contenuti del sito creato ad hoc)



[Photo by Halacious on Unsplash]

Potrebbe interessarti anche

Come dico sempre, senza strategia non c’è piano, senza piano non c’è futuro: ecco perché prima di ogni altra cosa, è bene costruire una buona strategia.
Pianificazione, ma non solo; un buon marketing si regge sui delicati equilibri che costruiamo tra professionalità e umanità, dati e intuito, resilienza e determinazione, presenza e di...
Il fatto che ormai tutti abbiamo la tecnologia a portata di tasca non significa che tutti sappiamo padroneggiarla.
Post recenti
Non sempre quello che vedi è quello che è: nel mio lavoro (e non solo), la parte più rilevante è proprio quella che non si vede.
Attraverso un accurato lavoro di strategia, ti aiuto a trovare il senso profondo che sta dietro alla tua attività, alla tua passione e al tuo business.

Intenzioni, obiettivi e azioni.
Partire dai propri desideri è fondamentale.

Restiamo in contatto! 

Se pensi possa servirti una bussola per orientare le tue azioni e ottimizzare le tue risorse,
scrivimi e ti ricontatterò quanto prima per capire come collaborare. 

Cliccando il pulsante INVIA si accettano i termini di Privacy Policy.