L’ottuplice sentiero della strategia

L’ottuplice sentiero della strategia

Tempo di lettura: 3 minuti


Sono da tempo un’ammiratrice della struttura e in questo post ti spiego come una buona strategia di comunicazione ci possa aiutare a costruire un piano di comunicazione operativo ed efficace per la tua attività.

VISION


Tutto parte dalla visione. Dalla percezione che hai del tuo mondo, progetto e scopo. E dalla definizione di questa visione partirò anch’io per creare un piano di comunicazione che ci servirà a dare forma e sostanza alla tua idea di partenza. 
Qual è la tua visione, la vision in gergo tecnico? Come vedi te stessa o te stesso, la tua attività, il tuo business tra un anno, due anni, dieci anni? Quali sono i tuoi sogni a riguardo? Quanto ci credi? Quali convinzioni o credenze limitano la tua visione, offuscandola e facendoti temere per il suo (e tuo) successo?
Scopriamo insieme la tua vision e seguiamola perché ci conduca alla mission, la tua missione, lo scopo per cui hai deciso di fare quello che fai. La motivazione che ti spinge a seguire il tuo progetto. Naturalmente, essere motivati non basta.


Per riuscire in un’impresa occorre agire

MISSION


Definire con precisione la tua mission può essere molto utile a chiarire non soltanto la motivazione che ti sprona, ma anche a suddividerla in piccoli passi concreti e realizzabili. I mattoncini che ti porteranno fisicamente alla meta. 
Ok, una volta chiariti sogni e motivi, bisogna iniziare a infilarsi nel mondo reale, fatto di persone in carne e ossa, ognuna delle quali ha principi, sogni e bisogni diversi. 
È arrivato il momento di capire qual è il tuo target di riferimento, chi vuoi che sia il tuo cliente. Perché vogliamo che il tuo messaggio arrivi forte e chiaro ai tuoi potenziali clienti. È ora di definire le tue buyer personas.


BUYER PERSONAS


Chi sono le buyer personas?
Sono i tuoi interlocutori ideali.
Occorre definire con quanta più precisione possibile il pubblico a cui ti rivolgi allo scopo di dare una struttura chiara alla tua comunicazione, intercettare più facilmente la tua audience e trasformare le persone che ti seguono in clienti. Una volta individuate le tue personas, possiamo passare alla definizione dei tuoi obiettivi, cosa vuoi ottenere dalla tua comunicazione. E non mi dire che vuoi aumentare i like su Facebook, incrementare il fatturato, diventare leader nel tuo settore e altre amenità, questi non sono obiettivi. 


OBIETTIVI


Per capire quali sono i tuoi veri obiettivi, occorre scavare a fondo partendo dai sogni e dalle ragioni che ti spingono ad agire; solo così potremo dare concretezza ai desideri che ci muovono. Per obiettivi intendo risultati misurabili, di cui si può sempre dire se siano stati raggiunti oppure no, realizzabili, utili alla tua attività e che tengano conto delle risorse che abbiamo a disposizione. Perché la definizione degli obiettivi sia efficace, ci servirà fare un’analisi dettagliata della situazione iniziale per scoprire eventuali criticità e risolverle. 
Partiamo da un punto zero per arrivare a un punto uno.


CRITICITÀ


Nel mezzo, risolviamo le criticità riscontrate – perché ci saranno senz’altro – e implementiamo soluzioni costruite sulla base delle analisi effettuate e delle idee nate dal nostro confronto. 
Dopo le criticità, è arrivato il momento di evidenziare i tuoi punti di forza, che ci serviranno come fondamento da cui partire per costruire la strategia, individuare il tuo tono di voce e definire il taglio che vogliamo dare alla tua comunicazione. 

Fai quello che puoi con quello che hai, nel posto in cui sei.

Theodore Roosevelt


STRUMENTI


E adesso, passiamo al lato tecnico prendendo in considerazione gli strumenti che intendiamo usare per dare voce alla nostra attività in rete.
Sito, ecommerce, piattaforme social, newsletter, blog, piano e calendario editoriale sono tutti strumenti utili per la promozione del tuo business. Questo non significa che devi usarli tutti e tutti contemporaneamente. Insieme, troveremo gli strumenti più adatti alla tua attività e più in accordo con il tuo modo di essere. 


TEMPISTICHE


Bene bene, siamo a buon punto nella definizione della tua strategia; rimane da considerare con grande attenzione solo una cosa: il tempo. Stabilire delle scadenze precise – e da rispettare – per i nostri obiettivi e per i passi da compiere verso il loro compimento è indispensabile al fine di stabilire delle priorità, non sprecare risorse e monitorare i nostri progressi.

Questo lavoro può sembrare laborioso e lungo, ma è indispensabile per costruire una strategia e, a seguire, un piano operativo per la tua comunicazione. Partire dalle radici per arrivare a manifestare il tuo sogno. 

[Foto di Antoine de San Sebastian da Pixabay]

Potrebbe interessarti anche

Un buon piano non sarà come avere una bacchetta magica, ma ti può aiutare a perseguire i tuoi obiettivi risparmiando tempo e risorse e portandoti passo dopo passo alla tua meta.
Post recenti
Il fatto che ormai tutti abbiamo la tecnologia a portata di tasca non significa che tutti sappiamo padroneggiarla.
Creo piani di comunicazione, pacchetti formativi social e gestione sito, traduco le tue idee in azioni che potrai seguire per amministrare in autonomia la tua attività online.
Quali sono i pilastri di un buon marchio? Possiamo riassumerli in tre grandi categorie: unicità, emozione e motivazione.